GIOCOSOFIA #1. Prefazione

Aggiornato il: 5 dic 2019

Iniziamo oggi un esperimento.

La pubblicazione a puntate di un saggio in divenire che vuole proporre nuove modalità di apprendimento.

Un tentativo di dare basi e strumenti allo smantellamento della lezione frontale (l'oratore, l’utilizzo di slide, ecc.) per giungere a un nuovo modello di formazione anche a livello aziendale o professionale.

Buona lettura.



PREFAZIONE

“Nessuno è più serio di un bambino che gioca.”

Julio Cortàzar



Cos’è il gioco? È la rappresentazione del desiderio del desiderio. Un desiderio al quadrato.


Nel gioco non desidero solo vincere o raggiungere l’obiettivo, ma desidero che l’Altro desideri giocare con me o assistere al mio gioco.


Questa peculiarità umana, probabilmente fondamentale per il determinarsi di un’autocoscienza, nel gioco dispiega a pieno il suo meccanismo.


Nella realtà al di fuori del gioco, il desiderio del desiderio è sempre presente, ma è miscelato a istanze più prosaiche, per esempio: il soddisfacimento di bisogni primari, le responsabilità familiari e sociali.


Il desiderio del desiderio altrui è sempre a rischio di essere interpretato come frutto di un compiacimento utilitaristico, al dover piacere per ottenere qualcosa in cambio.


Nel gioco (da leggere anche come artistico, amoroso, ecc.) si crea invece una zona franca dove può essere vissuto pienamente il desiderio del desiderio.


Un’altra caratteristica tipicamente umana è quella dell’apprendimento, non inteso come mero addestramento, ma quale comprensione finalizzata allo sviluppo (di tecnologie, idee, ecc.).

Perché non cercare quindi una via che porti a una formazione permanente basata sul gioco?

Perché relegare all’età infantile il gioco quale forma di apprendimento?


Se la finalità dell'apprendimento è quella di sollecitare e mettere in atto un desiderio di conoscenza, quale strumento migliore del gioco? Quest'ultimo può infatti portare a imparare nuove competenze stimolando il raggiungimento del desiderio di sé da parte dell'Altro.


Giocosofia, il sapere del gioco, è il tentativo di mettere in campo questo desiderio d’imparare assieme e reciprocamente, per poi fornirgli strumenti in grado di trovare forme ludiche di apprendimento, non solo in chiave didattica, ma anche di conoscenza di sé, del proprio gruppo, della propria comunità, del Mondo in cui si vive.


In Giocosofia troverete strumenti di gioco-apprendimento, con le annesse istruzioni per l'uso, da provare nella vostra vita personale o professionale.


#giocosofia #apprendimento #lezione #imparare #desiderio #gioco




©2019 - 2020 by Imperfect soul. Cristina Savi e Andrea Dallapina.

Per saperne di più: Chi siamo / Contatti / Privacy policy e Cookie policy

Web address: imperfectsoul.it - ismarketing.it - giornosofia.it

Verbania - Lago Maggiore