L'ortolano

Previsti nell’Alto Piemonte una Pasqua e una Pasquetta soleggiate con temperature miti.

Il barometro del giovedì coglie il clima liturgico e s’ispira alle Scritture. Lo spunto è l'episodio del Vangelo di Giovanni che descrive la Resurrezione.


Maria Maddalena sta piangendo poiché il sepolcro è aperto e il corpo di Gesù è scomparso. Le appaiono due angeli che le chiedono perché piange, poi le compare il risorto, ma lei inizialmente non lo riconosce e lo scambia per l’ortolano, cioè il proprietario del terreno.

Ecco perché in alcuni dipinti con Maria Maddalena e Gesù, quest'ultimo ha in mano una vanga o è vicino a una zappa.


Da laici o da credenti, questa immagine, che collega l’idea di resurrezione a chi coltiva la terra, è senz’altro suggestiva. In fondo anche il Candido dell’illuminista Voltaire alla fine comprendeva che occorre occuparsi di coltivare il proprio orto.


Forse il mondo cambierà dopo l’epidemia (in meglio o in peggio), certo occorrerà impegnarsi perché la società sia più giusta ed equa, forse risorgeremo migliori, ma pensare di farlo senza essere in grado di coltivare adeguatamente il pezzo di terra, la casa, la famiglia, la comunità in cui viviamo è solo benaltrismo.

Forza, la luna è calante, si possono seminare insalata, cicoria, finocchio, cipolla, cetriolo, porro, prezzemolo, cardo e pomodoro.

#barometro #nolimetangere #ortolano #candido #resurrezione #mariamaddalena #pasqua

Noli me tangere, Correggio, Madrid, Museo del Prado

©2019 - 2020 by Imperfect soul. Cristina Savi e Andrea Dallapina.

Per saperne di più: Chi siamo / Contatti / Privacy policy e Cookie policy

Web address: imperfectsoul.it - ismarketing.it - giornosofia.it

Verbania - Lago Maggiore