Mi si è allargata la macchina

Previsto un fine settimana di piogge nell’Alto Piemonte. Il barometro del giovedì marca invece le memorie del passato. A riaccenderle l’incrocio sulla strada di casa con una Fiat 850 blu. Il ricordo è andato alla 1100 che aveva mio padre negli anni Settanta, alle 850, 126, 127, 128, e via dicendo, che possedevano i genitori dei miei amici.


Ancora oggi quando vedo qualcuna di queste utilitarie o piccole berline, ormai divenute d’epoca, mi domando: all’epoca mi sembravano enormi, oggi mi paiono delle scatolette di sardine con le ruote. È solo la diversa percezione dovuta al fatto che allora ero alto come un puffo gigante? No, oggettivamente le auto odierne sono più larghe. Una Fiat 500 di oggi, per esempio, rispetto alla sorella del Boom è superiore in larghezza di circa 30 centimetri. Una spanna abbondante. Circa il 20% in più.


Nel frattempo, la maggior parte delle strade dei nostri centri non è stata allargata e circolare a piedi o in bicicletta è diventato più difficoltoso. Eppure, con le nostre nuove auto corazzate ci sentiamo più sicuri. È un piccolo sintomo della visione perversa della contemporaneità. La sicurezza che ci interessa è quella personale, al massimo familiare, anche se ottenerla (o pensare di averla) va a scapito della sicurezza sociale, cioè di quella collettiva (che però paradossalmente è anche la nostra, facendo noi parte di una comunità).


Le auto a guida autonoma vorrebbero coniugare sicurezza e miglior viabilità. Vedremo.

In ogni caso, varrebbe ricordare che nessun pasto è gratis, anche se in certi casi si tratta di soldi ben spesi. Insomma, anziché lamentarsi dopo per il conto, meglio informarsi, confrontarsi, discutere prima. Ma si sa, è più facile fasciarsi la testa dopo.

#auto #cinquecento #vetture #barometro #strade #viabilità



©2019 - 2020 by Imperfect soul. Cristina Savi e Andrea Dallapina.

Per saperne di più: Chi siamo / Contatti / Privacy policy e Cookie policy

Web address: imperfectsoul.it - ismarketing.it - giornosofia.it

Verbania - Lago Maggiore