©2019 by Imperfect soul. Cristina Savi e Andrea Dallapina. Per saperne di più: Chi siamo / Contatti / Privacy policy e Cookie policy

Web address: imperfectsoul.it - ismarketing.it - giornosofia.it

Verbania - Lago Maggiore

Quando i no aiutano a crescere

Non solo i figli ma anche i clienti.

Per i genitori in ascolto il titolo ricorda un saggio dedicato all'educazione dei propri figli, mentre io mi dedico all'educazione di chi si occupa di comunicazione e di Facebook advertising.

Sia esso consulente, agenzia o titolare di piccola impresa.


Dire di sì a tutti, accettare qualunque cliente, anche quelli con le richieste più strampalate, assecondare passivamente le loro richieste non fa bene alla propria reputazione, alle imprese e al mercato.

E se sei tu, libero professionista o imprenditore a prendere in mano le redini del marketing della tua azienda è bene che sappia rispondere, prima di partire con qualunque azione su Facebook, alle questioni riportate nell'infografica qui sotto.


Perché è utile dire di no? Cari colleghi


Vi sono molti fattori in campo, ma prima di tutto perché se non avremo fatto prima un minimo di analisi, che certifichi l'utilità e la fattibilità di quanto ci viene richiesto, ne noi ne il cliente raggiungeremo il ben che minimo obiettivo. Bella figuraccia!


Perché è utile dirsi di no? Care piccole imprese


Per non doversi dire "ho buttato via i soldi". Qualunque sia la strategia che avete in mente, se mai ne aveste una, che sia rivolgersi a consulenti, social media manager o agenzie, che sia farlo da sé, non sottovalutate le domande iniziali.

Se un professionista non ve le pone lasciatelo perdere.

Se voi non ve le ponete lasciate perdere, non iniziate neppure una strada di digital marketing.

Perché ci vuole un secondo a cliccare su "Metti in evidenza" , pochi minuti a creare una grafica, una manciata di parole a formulare un testo ma vi garantisco che se non vi è dietro una strategia di marketing non raggiungerete neppure un risultato.


Usate questo schema anche di fronte alla frustrazione iniziale, così intanto si chiariscono le idee. Poi si pensa a cosa fare, cosa utilizzare e come procedere.

Perché, a volte, in assenza di VALORE conviene concertarsi su questo invece che sulla comunicazione, o ancora, se la Customer care non è ancora strutturata, forse vale la pena di aspettare invece di fare advertising a caso.


Ricordate che la promozione è l'ultimo anello del vostro processo di marketing.

Non capisco mai perché tutti si ostinino invece a partire da lì. Mah!


Le infografiche possono essere scaricate, stampate, usate e condivise sui social ma taggateci ;-)


#imperfectsoul #storymarketing #insight