Risotto dei due Golfi

Rosso pompeiano ma anche aristocratica porpora, da abbinare a un po’ di giallo curcuma. Rosso e giallo oro sono i colori di Napoli (ironia della sorte per chi mastica di calcio). Ci siamo stati durante le vacanze natalizie. Tornati a casa sul Lago Maggiore abbiamo voluto omaggiare Partenope con questo risotto con i porri (roba da Lombardo-Veneto), arricchito di pomodori secchi e bottarga di tonno. Incontri, contaminazioni, dialoghi a distanza o nel piatto.


Stendhal invitava chi aveva un cuore e una camicia a vendere la seconda e viaggiare per vedere il Golfo borromeo e quello di Napoli. Ci permettiamo di aggiungere che qualunque sia la meta, vale la pena andarci se si ha un cuore.


Ricetta per tre persone


300 grammi di riso carnaroli

2 porri medi

9 pomodori secchi interi

12 pomodori secchi da tagliare a pezzi

Curcuma q.b.

Erbe provenzali q.b.

Olio evo q.b.

Brodo vegetale

Bottarga di tonno in polvere

Vino rosso (Valpolicella ripasso)


Tagliare i porri a rondelle e far soffriggere, aggiungere il riso carnaroli e tostare per un paio di minuti, sfumare con vino rosso. Poi aggiungere il brodo sino a coprire il riso. Unire un po’ di curcuma, erbe provenzali e pomodori secchi a pezzetti. Continuare ad aggiungere il brodo man mano sino a cottura del riso, circa 15 minuti. Impiattare guarnendo con tre pomodori secchi al centro, spolverare con bottarga di tonno a piacere.


#foodstories #napoli #lagomaggiore #cucina #risotto #carnaroli #pomodorisecchi #bottarga

©2019 - 2020 by Imperfect soul. Cristina Savi e Andrea Dallapina.

Per saperne di più: Chi siamo / Contatti / Privacy policy e Cookie policy

Web address: imperfectsoul.it - ismarketing.it - giornosofia.it

Verbania - Lago Maggiore